Curare le emorroidi con la legatura elastica

Il nostro stile di vita, molto spesso caratterizzato da poca attività fisica, stress ed un’alimentazione disordinata, eccessivamente povera di fibre vegetali e liquidi, ci ha portati ad essere una popolazione particolarmente predisposta a disturbi quali stitichezza ed emorroidi.

Proprio le emorroidi, infatti,  rappresentano la malattia ano-rettale attualmente più comune, che interessa indistintamente uomini e donne occidentali, più e meno giovani. Quelli che abbiamo accennato sono tutti fattori particolarmente influenti nel determinare l’insorgenza della patologia emorroidaria. Non c’è infatti un’unica causa ben precisa che porta il problema a svilupparsi, ma piuttosto più fattori legati tra loro. Quando questi fattori si incontrano diventano responsabili della formazione di quei tipici cuscinettidi tessuti, per l’appunto le emorroidi.

14 RIMEDI PER ELIMINARE LE EMORROIDI IN MANIERA NATURALE

Finalmente svelati i rimedi naturali per eliminare le emorroidi in maniera facile e veloce in 48 ore

Anche se quando si parla di emorroidi si pensa immediatamente a dolore e bruciore nella zona anale, ed in effetti questi sono i sintomi più comuni, le emorroidi non sono tutte uguali. Esiste una classificazione apposita, effettuata dal medico attraverso uno specifico esame clinico, che distingue l’entità del problema sulla base di una sintomatologia più o meno importante. Le emorroidi, infatti, possono essere semplicemente reputate fastidiose ma non comportare grandi problemi, se ad uno stadio iniziale, mentre possono addirittura invalidanti se invece sono ad uno stadio già avanzato. Com’è logico che sia, la cura è strettamente correlata all’entità del disturbo.

Se per i casi più gravi a volte è necessario sottoporsi ad un intervento chirurgico per poter ottenere la risoluzione del problema emorroidario, per quelli meno gravi si può intervenire anche in modo per così dire più blando, attraverso delle tecniche ambulatoriali. Le tecniche che è possibile eseguire in ambulatorio finalizzate al trattamento della patologia emorroidaria sono diverse. Oggi ci occupiamo di una di queste, la legatura elastica.

Magari il nome può suscitare a primo impatto un po’ di timore nel paziente che lo sente, ma in realtà questo intervento è poco doloroso. Vediamo nel dettaglio a chi è indicato e in cosa consiste. La legatura elastica è così chiamata perché è una tecnica che si serve di un elastico per essere applicata. L’elastico in questione, che è di gomma, serve per legare la base delle emorroidi, al fine di interrompere l’afflusso di sangue. Dopo qualche giorno il tessuto tende a seccarsi, cadendo nel giro di più o meno una settimana. Esso viene eliminato insieme alle feci. Questo intervento può essere ripetuto più volte, a distanza di una ventina di giorni, in base al numero di legature che è necessario eseguire. Ma come abbiamo già detto, si tratta di una tecnica poco invasiva e quindi poco dolorosa.

La legatura elastica consente di raggiungere una risoluzione completa del problema se applicata alle emorroidi di II grado sanguinanti e alle emorroidi di III grado. Quando si è in presenza di emorroidi più avanzate, con un prolasso significativo, questa tecnica è sconsigliata in quanto non produce risultati degni di nota. In ultimo vi illustriamo brevemente i vantaggi e le controindicazioni che questa tecnica presenta. Oltre ad un dolore contenuto e sopportabile, i vantaggi sono l’assenza di anestesia e di ricovero, visto che si può eseguire in day hospital. Le complicanze, seppure possibili, sono davvero poco frequenti.

E’ veramente possibile eliminare le emorroidi in 48 ore?

Se stai cercando un rimedio naturale per risolvere i tuoi problemi di emorroidi lo staff di EmorroidiSvelate.it ha realizzato un manuale che ti illustra step by step come eliminare i problemi di emorroidi in sole 48 ore. Clicca qui per leggere gratuitamente l’estratto.

Lascia un commento