Emorroidi: i farmaci

I farmaci impiegati per il trattamento delle emorroidi sono di diverso tipo. Naturalmente, è il medico a dover scegliere la tipologia di farmaco giusta a curare il problema del proprio paziente, consigliandogli il principio attivo più adatto alla sua situazione. Molto spesso si tende, erroneamente, a cercare delle soluzioni “fai da te” quando la patologia emorroidaria fa la sua comparsa. Ma la scelta più saggia rimane sempre quella di rivolgersi al proprio medico di fiducia, che effettuerà una visita specifica finalizzata alla valutazione della gravità della malattia.

Quando le emorroidi sono alla fase iniziale possono bastare alcuni semplici accorgimenti. Ma quando iniziano ad essere più significative, il medico può prescrivere dei farmaci ad hoc, affinché la sintomatologia possa alleviarsi e la patologia possa regredire il più velocemente possibile. E’ importante ricordare che la terapia farmacologica da sola non basta, ma deve essere sempre accompagnata da uno stile di vita sano. In primis si consiglia di seguire una dieta salutare ed equilibrata, priva di alcuni cibi irritanti come alimenti speziati o piccanti e di bevande alcoliche. Anche una moderata ma costante attività fisica e un’adeguata cura per l’igiene personale fanno la loro parte. Fatta questa premessa, possiamo passare ad esaminare quali sono i principali farmaci per la cura delle emorroidi.

14 RIMEDI PER ELIMINARE LE EMORROIDI IN MANIERA NATURALE

Finalmente svelati i rimedi naturali per eliminare le emorroidi in maniera facile e veloce in 48 ore

Emorroidi: farmaci

La prima classe dei farmaci che combattono le emorroidi è rappresentata dagli anestetici topici. Questa tipologia di medicinali è in pratica costituita da quella serie di creme e pomate che si applicano direttamente sulla zona interessata. Il loro obiettivo è quello di accelerare il processo di guarigione, intervendo soprattutto sui sintomi, cercando di placare bruciore e fastidio.

A questa categoria appartengono: la benzocaina, ovvero il pricipio attivo alla base di diverse creme ad applicazione topica, che si consiglia di applicare non più di sei volte al giorno; la lidocaina, da usare al massimo due o tre volte al giorno dopo una accurata detersione della parte interessata; la dibucaina, principio attivo che placa il dolore e che non va somministrato più di due volte al dì; la pramoxina cloridrato, che è disponibile, oltre che sotto forma di crema, anche come unguento anale, e va usata dopo ogni evacuazione, successivamente ad un’adeguata detersione.

Il medico, dunque, prescriverà uno di questi principi attivi, indicandovi il nome del farmaco in cui esso è presente. Ad esempio, tra i farmaci in commercio in cui è presente la benzocaina c’è Foille, mentre tra quelli che presentano nella loro composizione la dibucaina c’è Nupercainal.

La seconda classe dei farmaci utili a contrastare le emorroidi è invece rappresentata dagli steroidi. Si tratta di farmaci antinfiammatori disponibili in soluzioni differenti, come supposte, unguenti o creme rettali.

Il loro scopo, anche in questo caso, è quello di dare sollievo al paziente, facendo scomparire progressivamente i sintomi e conducendo alla guarigione. Il principio attivo appartenente a questa categoria di farmaci più utilizzato è l’idrocortisone, disponibile ad esempio attraverso il Proctosedyl. In base alla stadiazione che la malattia ha raggiunto si consiglia per diverse settimane, per una o due volte al giorno. Sono d’aiuto anche il fluocinolone e il fluocortolone.

E’ veramente possibile eliminare le emorroidi in 48 ore?

Se stai cercando un rimedio naturale per risolvere i tuoi problemi di emorroidi lo staff di EmorroidiSvelate.it ha realizzato un manuale che ti illustra step by step come eliminare i problemi di emorroidi in sole 48 ore. Clicca qui per leggere gratuitamente l’estratto.

Lascia un commento