Emorroidi in gravidanza: gli esercizi per prevenirle

A rovinare la dolce attesa, uno dei momenti più belli della vita di una donna, ci pensano spesso e volentieri le emorroidi.

In gravidanza, infatti, stitichezza ed emorroidi colpiscono la stragrande maggioranza delle future mamme. Le emorroidi insorgono soprattutto negli ultimi mesi della gestazione, quando l’utero si ingrossa ed il feto esercita una pressione sulle vene rettali ed anali. Se già le emorroidi si possono presentare durante la gravidanza, esse possono poi peggiorare nelle fasi successive, ovvero quelle del travaglio e del parto. Ma tutte le donne in dolce attesa non devono disperare.

14 RIMEDI PER ELIMINARE LE EMORROIDI IN MANIERA NATURALE

Finalmente svelati i rimedi naturali per eliminare le emorroidi in maniera facile e veloce in 48 ore

Ci sono infatti dei modi per prevenire le emorroidi in gravidanza. Innanzitutto occorre seguire una dieta equilibrata, ricca di fibre e liquidi. Bisogna poi cercare di fare un po’ di movimento fisico, visto che la vita sedentaria non fa altro che contribuire a creare o aggravare il problema. Inoltre, particolarmente utili ai fini della prevenzione possono rivelarsi degli esercizi che mirano a rinforzare il pavimento pelvico.

Partiamo innanzitutto con lo spiegare quale parte del nostro corpo viene identificata con il pavimento pelvico. Il pavimento pelvico non è altro che il pavimento del bacino, dunque esso comprende i muscoli che si occupano di sostenere vescica, utero ed intestino. Proprio la gravidanza ed il parto mettono a rischio questi muscoli, rendendoli più deboli e dunque favorendo l’insorgenza delle emorroidi. P

er contrastare la debolezza di questi muscoli e dunque prevenire la formazione delle emorroidi è però possibile fare qualcosa. Si tratta per l’appunto degli esercizi che rinvigoriscono il pavimento pelvico. Tali esercizi in realtà non sono consigliati soltanto alle donne incinte, ma anche a chi come loro è a rischio emorroidi per più o meno gli stessi motivi fin adesso addotti. Dunque gli esercizi per rinforzare il pavimento pelvico possono risultare utili anche alle persone anziane, dal momento che tali muscoli tendono a diventare più deboli anche con il sopraggiungere della vecchiaia, e a chi questi muscoli li sforza in modo particolare (chi soffre di stipsi, tosse cronica o svolge lavori pesanti).

Ma in cosa consistono questi esercizi? Niente paura, non si tratta niente di complicato, anzi la loro esecuzione è piuttosto semplice. Per prima cosa è però necessario riuscire a capire dove sono localizzati i muscoli del pavimento pelvico e in che modo è possibile contrarli. Anche riuscire in ciò non è per niente difficile. Basta provare a mettersi seduti o sdraiati ed in questa posizione contrarre i muscoli dell’ano come se si volessero trattenere le feci. Questo metodo è utile per individuare i muscoli del pavimento pelvico.

Nel momento in cui questo primo passo è compiuto, si possono svolgere gli esercizi. Si inizia contraendo simultaneamente i muscoli dell’ano, della vagina e dell’uretra. Si deve cercare di mantenere la posizione per almeno 5 secondi prima di potersi rilassare. Ci si concede un piccolo riposo di qualche secondo e poi si ripete di nuovo l’esercizio. L’ideale è di ripetere la sequenza una decina di volte, con delle piccole pause tra una contrazione e l’altra. Quante volte è opportuno fare questi esercizi perché risultino efficaci? Sarebbe perfetto dedicarci un po’ di tempo tutti i giorni, arrivando a 4-5 volte al giorno.

E’ veramente possibile eliminare le emorroidi in 48 ore?

Se stai cercando un rimedio naturale per risolvere i tuoi problemi di emorroidi lo staff di EmorroidiSvelate.it ha realizzato un manuale che ti illustra step by step come eliminare i problemi di emorroidi in sole 48 ore. Clicca qui per leggere gratuitamente l’estratto.

Lascia un commento