Emorroidi: le novità chirurgiche

Meglio prevenire che curare. Questa piccola ma incisiva regola vale sempre e vale dunque anche nel caso di emorroidi.

Le emorroidi rappresentano il disturbo più frequente che interessa il retto e l’ano. Esse si manifestano in modo assolutamente fastidioso: prurito, sanguinamento, bruciore, gonfiore e dolore sono i sintomi più comuni. Sicuramente il sanguinamento è il primo campanello d’allarme che vi avverte della loro presenza, ma non deve sfuggire che in alcuni casi, anche se meno frequenti, possono risultare completamente asintomatiche.

14 RIMEDI PER ELIMINARE LE EMORROIDI IN MANIERA NATURALE

Finalmente svelati i rimedi naturali per eliminare le emorroidi in maniera facile e veloce in 48 ore

Le cause alla base della loro insorgenza sono molteplici e anche ben note: stitichezza, ereditarietà, alimentazione disordinata, fumo, gravidanza, vita sedentaria e perfino stress sono tutti colpevoli allo stesso modo.

Ma le emorroidi, invece, non sono tutte uguali. Esse si classificano in gradi diversi a seconda della loro entità, da quelle più lievi, che devono destare minor preoccupazione e necessitano di minori cure, a quelle di IV grado, le più gravi e difficili da trattare.

Ma fortunatamente, vista anche la grande quantità di persone colpite dalla patologia emorroidaria, sono stati compiuti numerosi passi in avanti per la risoluzione del problema. I medici consigliano innanzitutto di intervenire cambiando il proprio stile di vita. Ciò significa che le raccomandazioni, sia per scongiurare il rischio emorroidi che per curare il problema, quando è già presente, sono quelle di condurre una vita sana ed equilibrata.

Dunque si raccomanda di mangiare frutta, verdura e alimenti ricchi di fibre, di bere tanta acqua, di dedicarsi quotidianamente o quasi ad un po’ di attività fisica, e poi ancora di cercare di stare alla larga dalle sigarette e dalle preoccupazioni. Quando tutto ciò non basta, si percorrono altre strade. La prima è quella dell’applicazione di pomate e l’utilizzo di prodotti farmaceutici. Quando anche ciò serve a poco, la soluzione viene dagli interventi.

Nel tempo sono stati compiuti veri e propri passi da gigante in questo ambito, allo scopo di rendere queste metodiche più risolutive e al contempo meno dolorose per chi si sottopone ad esse.

Uno dei problemi maggiori che riguarda i pazienti che si sottopongono ad interventi per il trattamento della patologia emorroidaria è, infatti, proprio il dolore che si avverte durante e dopo l’operazione. Il dolore post-operatorio è dovuto alla sensibilità della zona in cui si interviene, e costringe il paziente a diversi giorni di convalescenza prima della ripresa delle sue normali attività. Ma attualmente si sta tentando di agire proprio a tal proposito, e dunque gli studi si stanno indirizzando nel superamento di questo tipo di problematica.

Anche pazienti che presentano delle emorroidi ad uno stadio significativo, grazie a dei nuovi strumenti, possono risolvere la patologia emorroidaria in tempi brevi ed in modo efficace. E’ possibile attraverso la radiofrequenza, pratica che consiste nell’asportare i gavoccioli emorroidari senza dover intervenire successivamente sulla zona interessata con punti di sutura e punti di coagulazione.

Questo, in termini pratici, significa che il paziente può essere sottoposto all’intervento senza necessitare di ricovero, ma direttamente in regime di Day Hospital, e anche i tempi di ripresa sono piuttosto brevi. L’intervento viene considerato poco doloroso, sicuro e completamente risolutivo.

E’ veramente possibile eliminare le emorroidi in 48 ore?

Se stai cercando un rimedio naturale per risolvere i tuoi problemi di emorroidi lo staff di EmorroidiSvelate.it ha realizzato un manuale che ti illustra step by step come eliminare i problemi di emorroidi in sole 48 ore. Clicca qui per leggere gratuitamente l’estratto.

Lascia un commento