La laserterapia per sconfiggere le emorroidi

Le emorroidi affliggono uomini e donne di praticamente tutte le età. E’ vero che dopo i quarant’anni si alzano le probabilità della loro formazione, ma è altrettanto vero che non c’è una regola ben precisa che guida la loro insorgenza, per questo motivo possono interessare anche i più giovani. Mentre maggiori certezze ci sono in relazione alle cause che determinano la patologia emorroidaria.

14 RIMEDI PER ELIMINARE LE EMORROIDI IN MANIERA NATURALE

Finalmente svelati i rimedi naturali per eliminare le emorroidi in maniera facile e veloce in 48 ore

Tra i fattori scatenanti ci sono senza dubbio una vita sedentaria, un’alimentazione scorretta, stitichezza o diarrea cronica, stress eccessivo e gravidanza. Anche una predisposizione genetica e addirittura la pratica di alcuni sport come ciclismo ed equitazione possono essere responsabili dello sviluppo delle emorroidi. Esattamente così come ci sono più cause ci sono anche diversi tipi di emorroidi. Si parla di emorroidi di I, II, III e IV grado, una classificazione che viene effettuata sulla base di una sintomatologia progressivamente più grave.

Quando si è in presenza di emorroidi di I e II  grado, il medico tende a prescrivere un trattamento decisamente più blando, il quale mira a favorire la defecazione e a riequilibrare la circolazione. Quando invece lo specialista, attraverso l’esame diagnostico, stabilisce che si è in presenza di casi più importanti, indirizza il paziente a trattamenti di tipo ambulatoriale o chirurgico. Naturalmente, le tecniche ambulatoriali non riescono ad essere risolutive nei confronti di stadiazioni significative, per le quali soltanto l’intervento chirurgico risulta efficace. Gli interventi in ambulatorio hanno in linea generale il vantaggio di essere meno invasivi e di preservare il paziente anche dal dolore post-operatorio, che è piuttosto sopportabile, ma possono però avere lo svantaggio principale nell’esporre maggiormente il paziente al rischio di recidive, visto che le emorroidi tendono a riformarsi una volta eliminate. Tra queste tecniche di tipo ambulatoriale troviamo la laserterapia che, come il nome ci lascia facilmente intuire, sfrutta il laser per sconfiggere le emorroidi. Ma cerchiamo di saperne di più sull’utilizzo del laser per la cura della patologia emorroidaria.

La laserterapia è conosciuta dagli esperti come intervento di Morinaga, dal nome del chirurgo giapponese che l’ha messo a punto. Questa tecnica esiste più o meno da una decina d’anni e da quando Morinaga l’ha ideata si sono sviluppati e succeduti diversi interventi analoghi, che hanno sfruttato il presupposto e i principi di partenza del medico giapponese per migliorarli. Il laser è uno strumento indolore che effettua un taglio preciso per tagliare le emorroidi. La pratica è poco invasiva e permette nel giro di poco tempo una cicatrizzazione dei tessuti. Il paziente può così risolvere il problema in modo efficace e in tempi brevi, senza andare incontro a controindicazioni come dolore e sanguinamento.

Tra le varianti che hanno fatto seguito al metodo di Morinaga troviamo quella sviluppata qualche anno fa, tra il 2007 e il 2008, definita Help (Hemorroid Laser Procedure). Anche in questo caso si agisce attraverso un laser mirato, che è in grado di coagulare le arteriole che riforniscono le emorroidi. Per essere sottoposti a questa pratica non c’è bisogno neanche dell’anestesia locale e il paziente può tornare a casa anche dopo un’ora dall’intervento, che dura tra i 15 e i 20 minuti.

E’ veramente possibile eliminare le emorroidi in 48 ore?

Se stai cercando un rimedio naturale per risolvere i tuoi problemi di emorroidi lo staff di EmorroidiSvelate.it ha realizzato un manuale che ti illustra step by step come eliminare i problemi di emorroidi in sole 48 ore. Clicca qui per leggere gratuitamente l’estratto.

Lascia un commento